14/07/2008

Lingua italiana e cultura globale

Quale futuro per la lingua e la cultura italiana nell’epoca della mondializzazione ? Questa domanda che può sembrare retorica invece non lo è. Ed è legittima.

Il dilagamento dell'inglese (angloamericano) in campo globale ha per conseguenza una marginalizzazione delle altre espressioni culturali. Quelle minori sono devastate. Quelle maggiori sono destabilizzate, ridotte a ruolo di comparse. Questo stato di cose è presentato come un « progresso » autorizzato dalla diffusione/imposizione (accettata nolens volens) della cosiddetta « cultura globale ».

Se alcune lingue e culture tra le più robuste provano a resistere (francese, spagnolo), quelle meno diffuse fanno fatica.

La cultura italiana non ha pretese dominatrici ma non è neppure una entità periferica ed ha una lunga esperienza di convivenza con realtà egemoni (già il latino, più avanti il francese, adesso l’inglese).

Si può prospettare quindi che il « fatto » italiano continuerà ad adattarsi come lo ha fatto da secoli. La grande tradizione italiana di sincretismo proseguirà il suo cammino valorizzando il continuum che va dall’Italia antica a quella più moderna, dalla lingua madre latina ai cento dialetti, alle nuove lingue immigrate, alle molteplici espressioni linguistiche e culturali degli oriundi italiani nel mondo, alla odierna « cultura globale ».

16:08 Écrit par Hermes007 dans Général | Lien permanent | Commentaires (2) |  Facebook |

Commentaires

Saluti Hai perfettamente ragione....Ciao Arcangelo Sono Angelo dalla soleggiata Sicilia.... Saluti a tutti

Écrit par : Angelo Calì | 24/07/2008

Ciao Angelo Dal Belgio (dove per il momento fa bel tempo) contraccambio i tuoi saluti. Grazie per il commento. Spero che da voi tutto vada per il meglio. Come hai potuto notare, su questo blog sto esprimendo alcune riflessioni sulla lingua e la cultura italiana. Ma lo aggiorno solo di volta in volta. Se clicchi sull'immagine di Hermes potrai accedere al mio blog in francese (aggiornato più spesso). Quel blog ha una vocazione più letteraria.

Écrit par : Arcangelo | 27/07/2008

Les commentaires sont fermés.